OpenDay – Fantalica Aperta 6 aprile 2019

Per far conoscere maggiormente le attività proposte per il periodo primaverile, l’Associazione Culturale Fantalica propone ai soci e a tutti gli interessati, una giornata OpenDay – Fantalica Aperta. Verranno proposti spettacoli, mostre e laboratori gratuiti che avranno come elemento comune la volontà di sensibilizzare all’arte e all’utilizzo creativo e consapevole della propria passione artistica.

OpenDay – Fantalica Aperta 6 Aprile 2019

Disegno e Pittura – All’evento dell’openday tutti potranno partecipare a delle lezioni aperte e gratuite grazie alle quali sarà possibile conoscere e sperimentare un interessante approccio all’arte del disegno.
Sono corsi concepiti per tutti coloro che vogliono avvicinarsi alle tecniche artistiche in modo graduale e personalizzato.
Il percorso comincia introducendo le basi tecniche del disegno dal vero: le linee di costruzione ed il chiaroscuro, cominciando dall’utilizzo delle tecniche grafiche più frequenti.
Successivamente ci si focalizzerà sull’acquisizione dei primi rudimenti del colore, avvalendosi di quelle tecniche che agevolano le prime sperimentazioni (quali matite acquerellate, tempere e acrilico).
Infine l’allievo sarà condotto all’apprendimento della tecnica ad olio e ad acquerello come raggiungimento del grado pittorico più complesso.

Giardino Giacomini Romiati – Visita Guidata

Pomeriggi d’Arte – 2018-2019 –  La quinta VISITA GUIDATA del ciclo di Pomeriggi d’Arte  prevede la visita al Giardino Giacomini Romiati.
Quest’anno Fantalica si concentrerà sulla scoperta di simboli e misteri nascosti tra alcuni capolavori dell’arte a Padova.

Il Giardino Giacomini Romiati

Nel cuore della città di Padova, a pochi passi dalla Basilica del Santo, si trova il giardino Giacomini-Romiati. Il giardino è stato progettato dall’architetto veneziano Giuseppe Jappelli tra il 1839 il 1840.

Giardino Giacomini Romiati

A differenza della altre committenze di Jappelli, il giardino Giacomini Romiati si caratterizza per elementi fantastici, eclettici e magici, tutte componenti lontane dal gusto neoclassico che solitamente caratterizza i lavori dell’architetto padovano. Jappelli modifica la planimetria del terreno creando delle piccole alture. Su una di esse si trova un percorso scenografico e allo stesso tempo impervio che attraverso finti ruderi porta alla torre ottagonale, perno dell’intero allestimento. I sentieri sono spesso interrotti da panchine di pietra e da una nicchia per lettura con lo spioncino rivolto verso l’ingresso della casa.

Giardino Giaocmini romiati

Tra le specie arboree che caratterizzano il giardino il giardino Giacomini Romiati si possono ammirare il maestoso faggio pendulo affianco al quale si colloca un albero di Giuda ultracentenario. Ancora è possibile ammirare un antico agrifoglio cinese, una magnolia obovata, alcuni osmati.

Per saperne di più sulla VISITA GUIDATA… CLICCA QUI!